Vita comunitaria

Appuntamento quotidiano di preghiera e meditazione per il tempo di Quaresima con l’Arcivescovo Mario Delpini

“Epiousios, il pane di oggi”
appuntamento quotidiano di preghiera e meditazione per il tempo di Quaresima

Da domenica 21 febbraio fino al mercoledì della Settimana santa, alle 20.32, l’Arcivescovo Mario Delpini invita famiglie, persone sole, comunità a pregare con lui collegandosi attraverso gli account social e i media diocesani (sul portale www.chiesadimilano.it e sui canali social della Diocesi – Facebook, YouTube, Instagram, Twitter -; su Chiesa Tv – canale 195 del digitale terrestre -; su Radio Marconi, Radio Mater e Radio Missione Francescana).

Quaresima 2021: dalla Lettera per il tempo di Quaresima e il Tempo di Pasqua di Mario Delpini, Arcivescovo di Milano

QUARESIMA 2021

Celebriamo una Pasqua nuova: il Mistero della Pasqua del Signore

Dalla Lettera per il tempo di Quaresima e il Tempo di Pasqua di Mario DELPINI, Arcivescovo di Milano.

PERCORSI PENITENZIALI

«Se confessiamo i nostri peccati…» (1Gv 1,9)

Il tempo di Quaresima è tempo di grazia, di riconciliazione, di conversione. Lo Spirito di Dio tiene vivo in ciascuno di noi un desiderio di santità, un dolore per i propri peccati, un desiderio di perdono. Il sacramento della riconciliazione è un dono troppo trascurato. Il tempo della pandemia ha fatto constatare con maggior evidenza una sorta di insignificanza della confessione dei peccati nella vita di molti battezzati. […]

La penitenza cristiana

[…] nella vita cristiana la confessione dei peccati per accogliere il perdono di Dio si esprime in modi diversi: «Se confessiamo i nostri peccati, egli è fedele e giusto tanto da perdonarci i peccati e purificarci da ogni iniquità» (1Gv 1,9). […] La […] celebrazione del sacramento della riconciliazione può essere celebrata in tre modalità: la confessione e assoluzione individuale, la celebrazione comunitaria con confessione e assoluzione individuale e la forma dell’assoluzione generale.

Tornare al sacramento della riconciliazione

La confessione individuale è la forma pratica più diffusa e abituale. L’incontro personale del penitente con il confessore è sempre dentro la Chiesa, nella consapevolezza che il peccato ha sempre dimensione comunitaria e quindi come danneggia il peccatore così pure impoverisce la comunità. […] il penitente che chiede il perdono non è un individuo isolato che “mette a posto la coscienza”, è invece persona inserita in una comunità. Ogni virtù rende più bella la comunità, ogni peccato la ferisce. Questo cammino di conversione è inoltre guidato, provocato, incoraggiato dalla Parola di Dio: perciò ascoltare insieme la Parola, esercitarsi insieme nell’esame di coscienza deve portare alla consapevolezza che cerchiamo la confessione non per trovare sollievo a sensi di colpa che ci tormentano, ma per rispondere al Signore che ci chiama e ci aiuta a leggere la nostra vita con lo sguardo della sua misericordia.

[…] Il peccatore perdonato vive nella gratitudine e riconosce che la docilità allo Spirito di Dio l’ha condotto a quell’incontro con il Padre buono che lo attrae e lo attende: desidera che si faccia festa.

Percorso quaresimale decanale sulla figura di S. Giuseppe nell’anno speciale a lui dedicato

Il Decanato di Cinisello organizza quattro serate sulla figura di S. Giuseppe a partire dalla lettera apostolica Patris Corde di Papa Francesco.

E’ possibile partecipare in presenza presso le parrocchie indicate o in modalità on line attraverso i rispettivi canali Youtube.

Vedi volantino col programma

Venerdì 5 marzo ore 20,45 – presso la parrocchia Sacra Famiglia o sul canale Youtube Sacra Famiglia Cinisello
ASCOLTARE PER COMPRENDERE – Padre nell’obbedienza (P.C. 3)

Venerdì 12 marzo ore 20,45 –presso la parrocchia S. Ambrogio o sul canale Youtube Parrocchia Sant’Ambrogio Cinisello Balsamo
COMPRENDERE PER ACCOGLIERE – Padre nell’accoglienza (P.C. 4)

Venerdì 19 marzo ore 20,45 – presso la parrocchia S. Giuseppe o sul canale Youtube Parrocchia San Giuseppe Cinisello B
ACCOGLIERE PER CONDIVIDERE – Padre nella tenerezza (P.C. 2)

Venerdì 26 marzo ore 20,45 – presso la parrocchia Sant’Eusebio o sul canale Youtube Sant Eusebio TV
CONDIVIDERE PER COSTRUIRE – Padre dal coraggio creativo (P.C. 5)

Quaresima 2021: dalla Lettera per il tempo di Quaresima e il Tempo di Pasqua di Mario Delpini, Arcivescovo di Milano

QUARESIMA 2021

Celebriamo una Pasqua nuova: il Mistero della Pasqua del Signore

Dalla Lettera per il tempo di Quaresima e il Tempo di Pasqua di Mario DELPINI, Arcivescovo di Milano

La tribolazione che stiamo vivendo in questa pandemia ha costretto alcuni a lunghe solitudini, altri a convivenze forzate. Molti forse hanno sperimentato quell’emergenza spirituale che inaridisce gli animi e logora la buona volontà e rende meno disponibili ad accogliere la correzione e le proposte di nuovi inizi. […] LA CORREZIONE… «… arreca un frutto di pace e di giustizia» (Eb 12,11) La correzione è anzitutto espressione della relazione educativa che Dio ha espresso nei confronti del suo popolo. […] Dio, […], corregge il suo popolo cercandolo e parlandogli in ogni momento di tribolazione e in ogni luogo di smarrimento. Lo richiama con una misericordia sempre più ostinata della stessa nostra ostinazione nella mediocrità del peccato. Lo trae a sé con vincoli d’amore ogni volta che, intontito in una sazietà spensierata o incupito in disgrazie deprimenti, chiude l’orecchio alla sua voce. Lo libera dall’asservimento agli idoli, dalla schiavitù del peccato. La correzione di Dio è il dono dello Spirito, frutto della Pasqua di Gesù, lo Spirito che a tutti ricorda Gesù, speranza affidabile, cammino praticabile. […] Nella comunità cristiana la correzione ha la sua radice nell’amore, che vuole il bene dell’altro e degli altri. […] Nel linguaggio paradossale del Vangelo, Gesù mette in guardia dalla pretesa di giudicare i fratelli: «Perché guardi la pagliuzza che è nell’occhio del tuo fratello, e non ti accorgi della trave che è nel tuo occhio?» (Mt 7,3). Nello stesso tempo Gesù raccomanda la via della correzione fraterna per edificare la comunità nella benevolenza: «Se il tuo fratello commetterà una colpa contro di te, va’ e ammoniscilo fra te e lui solo» (Mt 18,15). La correzione fraterna è una forma di carità delicata e preziosa. […] Nelle dinamiche dei rapporti ecclesiali si possono constatare […] resistenze e talora reazioni poco disponibili alla correzione. […] Come e perché si reagisce con insofferenza e suscettibilità ai fratelli e alle sorelle che hanno l’umiltà e l’ardire di praticare la correzione fraterna? La superbia, la suscettibilità, la superficialità, la confusione, il conformismo sono pastoie che inceppano il cammino, vincoli che non ci permettono di essere liberi, ferite di cui non vogliamo essere curati. Il tempo di Quaresima è il tempo opportuno per dare un nome alle radici della resistenza e invocare la grazia di estirparle.

Quaresima 2021: dal messaggio del Santo Padre Francesco

“Ecco, noi saliamo a Gerusalemme…”
Quaresima: tempo per rinnovare fede, speranza e carità.

Dal messaggio per la Quaresima del Santo Padre Francesco.

[…] Nel percorrere il cammino quaresimale, che ci conduce verso le celebrazioni pasquali, ricordiamo Colui che «umiliò se stesso facendosi obbediente fino alla morte e a una morte di croce» (Fil 2,8).    In questo tempo di conversione rinnoviamo la nostra fede, attingiamo l’“acqua viva” della speranza e riceviamo a cuore aperto l’amore di Dio che ci trasforma in fratelli e sorelle in Cristo. […] Accogliere e vivere la Verità manifestatasi in Cristo significa […] lasciarci raggiungere dalla Parola di Dio, che ci viene trasmessa, di generazione in generazione, dalla Chiesa. Questa Verità non è una costruzione dell’intelletto, riservata a poche menti elette, superiori o distinte, ma è un messaggio che riceviamo e possiamo comprendere grazie all’intelligenza del cuore, aperto alla grandezza di Dio che ci ama prima che noi stessi ne prendiamo coscienza. Questa Verità è Cristo stesso, che assumendo fino in fondo la nostra umanità si è fatto Via – esigente ma aperta a tutti – che conduce alla pienezza della Vita. […]
Nel raccoglimento e nella preghiera silenziosa, la speranza ci viene donata come ispirazione e luce interiore, che illumina sfide e scelte della nostra missione: ecco perché è fondamentale raccogliersi per pregare (cfr Mt 6,6) e incontrare, nel segreto, il Padre della tenerezza. Vivere una Quaresima con speranza vuol dire sentire di essere, in Gesù Cristo, testimoni del tempo nuovo, in cui Dio “fa nuove tutte le cose” (cfr Ap 21,1-6). Significa ricevere la speranza di Cristo che dà la sua vita sulla croce e che Dio risuscita il terzo giorno, «pronti sempre a rispondere a chiunque [ci] domandi ragione della speranza che è in [noi]» (1Pt 3,15).
La carità si rallegra nel veder crescere l’altro. Ecco perché soffre quando l’altro si trova nell’angoscia: solo, malato, senzatetto, disprezzato, nel bisogno… La carità è lo slancio del cuore che ci fa uscire da noi stessi e che genera il vincolo della condivisione e della comunione. La carità è dono che dà senso alla nostra vita e grazie al quale consideriamo chi versa nella privazione quale membro della nostra stessa famiglia, amico, fratello […]
Cari fratelli e sorelle, ogni tappa della vita è un tempo per credere, sperare e amare.

Testo integrale

L’arcivescovo Mario in dialogo coi fidanzati e giovani in camino

L’Arcivescovo Mario dialogherà con i fidanzati ed i giovani in cammino per riflettere insieme a loro sull’importanza del tempo del fidanzamento, un percorso la cui meta finale è quella di arrivare ad amare alla maniera di Gesù.
Il dialogo verrà trasmesso sul canale YouTube Pastorale Giovanile FOM Milano, domenica, 14 febbraio 2021 alle ore 18.30.

Convegno Diocesano Comunità Cristiana e Disabilità

UNA COMUNITA’ A MISURA DI… OGNI PERSONA
Webinar giovedì 11 marzo ore 20.45-22.45

Costruire sulla “roccia” dell’inclusione perché nessuna persona con disabilità si senta esclusa.
Creare una parrocchia pienamente accessibile richiede non solo l’abbattimento delle barriere architettoniche, ma soprattutto atteggiamenti che favoriscano la partecipazione attiva delle persone con disabilità alla comunità civile ed ecclesiale. La meta è che arriviamo a parlare non più di “loro”, ma solo di “noi”.
                                                Papa Francesco  (vedi portale Diocesi di di Milano)

Il convegno è rivolto a sacerdoti, a consacrati/consacrate, alle famiglie, alla comunità educante in tutte le sue figure (catechisti, educatori, animatori, allenatori e dirigenti), alle associazioni che operano in particolare con famiglie con ragazzi disabili.
Nel corso della serata si alterneranno video-racconti, interventi e testimonianze.
Sarà presente il nostro Arcivescovo mons. Mario Delpini per un saluto iniziale.
Il convegno è promosso da Servizio per la Catechesi, FOM, Caritas Ambrosiana e CSI.
Per partecipare occorre iscriversi : cliccare qui
Tutti gli iscritti riceveranno qualche giorno prima del convegno il link per il collegamento al webinar

Giornata Mondiale del Malato 2021: messaggio del Santo Padre Francesco

Dal messaggio del Santo Padre Francesco

“La celebrazione della XXIX Giornata Mondiale del Malato, che ricorre l’11 febbraio 2021, memoria della Beata Vergine Maria di Lourdes, è momento propizio per riservare una speciale attenzione alle persone malate e a coloro che le assistono, sia nei luoghi deputati alla cura sia in seno alle famiglie e alle comunità.
Il pensiero va in particolare a quanti, in tutto il mondo, patiscono gli effetti della pandemia del coronavirus.
A tutti, specialmente ai più poveri ed emarginati, esprimo la mia spirituale vicinanza, assicurando la sollecitudine e l’affetto della Chiesa.
… L’esperienza della malattia ci fa sentire la nostra vulnerabilità e, nel contempo, il bisogno innato dell’altro. La condizione di creaturalità diventa ancora più nitida e sperimentiamo in maniera evidente la nostra dipendenza da Dio.
Quando siamo malati, infatti, l’incertezza, il timore, a volte lo sgomento pervadono la mente e il cuore; ci troviamo in una situazione di impotenza, perché la nostra salute non dipende dalle nostre capacità o dal
nostro “affannarci” (cfr Mt 6,27). La malattia impone una domanda di senso, che nella fede si rivolge a Dio: una domanda che cerca un nuovo significato e una nuova direzione all’esistenza, e che a volte può non trovare subito una risposta. Gli stessi amici e parenti non sempre sono in grado di aiutarci in
questa faticosa ricerca.
… Affido tutte le persone ammalate, gli operatori sanitari e coloro che si  prodigano accanto ai sofferenti, a Maria, Madre di misericordia e Salute degli infermi.
Dalla Grotta di Lourdes e dagli innumerevoli suoi santuari sparsi nel mondo, Ella sostenga la nostra fede e la nostra speranza, e ci aiuti a prenderci cura gli uni degli altri con amore fraterno.
Su tutti e ciascuno imparto di cuore la mia benedizione.

Vendita Primule in occasione della Giornata per la Vita 2021

Quest’anno, la consueta vendita benefica di primule a sostegno delle attività del C.A.V
(Centro di aiuto alla vita) in occasione della Giornata per la Vita non si effettuerà presso le
parrocchie.
Le primule, simbolo di vita, saranno comunque disponibili per la vendita presso il C.A.V.
Venerdì 5 febbraio dalle 15 alle 18, Sabato 6, domenica 7 e lunedì 8 dalle 10 alle 18.

Vi aspettiamo in assoluta sicurezza in via Trieste, 1 a Cinisello Balsamo

Dialoghi di Pace 2021: un evento diocesano

Grazie all’impegno di molti, siamo finalmente riusciti a costruire una proposta unitaria e congiunta per tutte le Zone pastorali della diocesi di Milano (cfr. locandina programma generale allegata)             Leggi tutto