Quaresima 2018: alcuni impegni concreti

Quaresima 2018

Nel messaggio per la Quaresima di quest’anno (il testo completo si può trovare anche sul nostro sito parrocchiale), Papa Francesco ci chiede di guardare se il nostro cuore è minacciato dalle menzogne che ci rendono schiavi del piacere, del denaro, della droga, delle relazioni “usa e getta” e della realtà virtuale dei social. Come possiamo liberarci da queste minacce?
I rimedi che ci propone la Chiesa sono preghiera, elemosina e digiuno. Ecco allora alcuni impegni concreti che possiamo osservare:
PREGHIERA: ogni giorno riservare tempo alla preghiera personale; partecipare ad almeno una S. Messa feriale oltre a quella festiva, nonché alla Via Crucis del venerdì (a); meditare la Parola di Dio (disponibili in chiesa appositi libretti); accostarsi al Sacramento della Riconciliazione.
CARITÀ: praticare gesti di attenzione quotidiana agli altri e gesti di carità concreta, destinando a questi il ricavato delle proprie rinunce e praticando l’elemosina.
DIGIUNO: osservare il magro tutti i venerdì di Quaresima e il digiuno il 1° venerdì e il Venerdì Santo (b); esercitare sobrietà nell’alimentazione, nel bere, nel fumare, nel divertimento, nell’uso della televisione e dei mezzi di comunicazione; compiere gesti di rinuncia personale.
Il Papa ci ricorda infatti che «…Dedicando più tempo alla preghiera, permettiamo al nostro cuore di scoprire le menzogne segrete con le quali inganniamo noi stessi, per cercare finalmente la consolazione in Dio.[…] L’esercizio dell’elemosina ci libera dall’avidità e ci aiuta a scoprire che l’altro è mio fratello: ciò che ho non è mai solo mio. […] Il digiuno […] ci sveglia, ci fa più attenti a Dio e al prossimo, ridesta la volontà di obbedire a Dio che, solo, sazia la nostra fame. […]»
(a) = secondo il rito ambrosiano i venerdì di Quaresima sono “feria aliturgica”, in questi
giorni la celebrazione eucaristica è sostituita dalla Liturgia delle Ore o dalla Via Crucis.
(b) = al digiuno sono tenuti tutti i maggiorenni fino al 60° anno di età, all’astinenza o al magro
coloro che hanno compiuto il 14° anno di età.

Nessun commento

Aggiungi commento