Vita comunitaria

Quaresima 2019 – Impegno settimanale

quaresima 2019

CON GESÙ RISVEGLIAMO I NOSTRI CUORI E DIAMO SENSO ALLA NOSTRA VITA

IV DOMENICA DI QUARESIMA: GUARDIAMO CON AMORE!

È tutto un gioco di sguardi. Lasciamoci guardare da Gesù, il suo sguardo cambia la vita, genera gioia in ogni persona. È uno sguardo non possessivo, non interessato, ma gratuito. E’ uno sguardo che apre, che genera qualcosa di nuovo. Noi, invece, tante volte sentiamo forte l’impulso di giudicare le persone basandoci sulla nostra prima impressione, senza conoscerle. Ed è proprio qui che sbagliamo! Se solo non ci limitassimo a vedere in maniera superficiale chi abbiamo di fronte, ma imparassimo anche noi a guardare con gli occhi di Gesù, con attenzione e amore, le situazioni e le persone che incontriamo e a metterci nei loro panni, allora anche noi impareremmo a perdonare con il cuore, come Gesù.
Tutti meritano una seconda opportunità!
Impegno settimanale proposto: vedere il lato buono di chi ci ha ferito e, guardandolo con simpatia, provare a perdonarlo

Quaresima 2019

quaresima - tempo per amare

In questo tempo forte dell’anno liturgico, attraverso la liturgia e la catechesi, la Chiesa ci invita a recuperare il senso del nostro battesimo percorrendo un cammino penitenziale e di conversione scandito da gesti e azioni di particolare significato, e più precisamente:

– PREGHIERA: ogni giorno riservare tempo alla preghiera personale; partecipare ad almeno una S. Messa feriale oltre a quella festiva, nonché alla Via Crucis del venerdì; meditare sulla Parola di Dio; accostarsi al Sacramento della Riconciliazione.

– DIGIUNO: osservare l’astinenza dal consumo di carne tutti i venerdì di Quaresima e il digiuno il primo venerdì e il Venerdì Santo (*); curare la sobrietà nell’alimentazione, nel bere, nel fumo, nel divertimento, nell’uso di televisione e mezzi di comunicazione; compiere gesti di rinuncia personale.

– CARITÀ: praticare gesti di attenzione quotidiana agli altri e gesti di carità concreta, destinando a questi il ricavato delle proprie rinunce (a questo proposito si veda anche questa iniziativa caritativa)

(*) = al digiuno sono tenuti tutti i maggiorenni fino al 60° anno di età, all’astinenza o al magro coloro che hanno compiuto il 14° anno di età.

Quaresima 2019 – Impegno settimanale

quaresima 2019

 

CON GESÙ RISVEGLIAMO I NOSTRI CUORI E DIAMO SENSO ALLA NOSTRA VITA

III DOMENICA DI QUARESIMA: PROFUMIAMO DI BONTÀ!

 

Dio è profumo. C’è da chiedersi se il nostro essere cristiani profuma di Cristo, se le nostre scelte quotidiane profumano di bene, di verità, di gioia e di altruismo.        Spesso siamo stanchi e chiusi in noi stessi, poco coerenti.
La fede che abbiamo ricevuto invece ci chiede di diffondere il buon profumo di Cristo attraverso le scelte quotidiane, attraverso scelte concrete. Siamo capaci di diffondere nel mondo il buon profumo di Cristo? Che profumo hanno le nostre azioni? Che profumo ha la nostra comunità?

Impegno settimanale proposto: Compiere una buona azione !

Feria Aliturgica

croce

Una particolarità del rito ambrosiano è quella dei venerdì di Quaresima definiti “Feria aliturgica”, ossia giorni nei quali non si può celebrare la Messa né distribuire l’Eucaristia.
Si tratta di una tradizione molto antica, a proposito della quale l’arcivescovo di Milano Giovanni Battista Montini affermava: « La proibizione di celebrare la santa Messa e di distribuire la santa Comunione nei venerdì di Quaresima fa parte dell’estrema accentuazione del carattere penitenziale della Quaresima: si arriva alla coscienza dolorosa della propria indegnità e all’esperienza, che sa di morte, della perdita del Dio vivo.   La devozione di chi comprende il mistero del peccato e della croce deve arrivare a questa tremenda avvertenza, che rasenta il confine dello spavento e della dispersione ».

Quaresima 2019 – Impegno settimanale

quaresima 2019

CON GESÙ RISVEGLIAMO I NOSTRI CUORI E DIAMO SENSO ALLA NOSTRA VITA

II DOMENICA DI QUARESIMA: ASCOLTIAMO CON IL CUORE!

Gesù incontra la Samaritana e, anche se è una peccatrice, l’ascolta e inizia un dialogo con lei.
Quante volte mentre stiamo ascoltando una persona, la fermiamo e non lasciamo che finisca di spiegare quello che vuole dire. Questo impedisce il dialogo.
Il vero dialogo, invece, necessita di momenti di silenzio, in cui cogliere il dono straordinario della presenza di Dio nel fratello. Il dialogo abbatte i muri delle divisioni e delle incomprensioni.
Attraverso il dialogo, possiamo far crescere i segni della misericordia di Dio e renderli strumento di accoglienza e rispetto.
Dio ci invita a imparare da Gesù ad ascoltare con il cuore le persone che incontriamo ogni giorno perché ascoltare è accogliere!
Impegno settimanale proposto: ascoltare con interesse le persone che incontriamo.

Quaresima 2019 – Impegno settimanale

quaresima 2019

IMPEGNO SETTIMANALE

CON GESÙ RISVEGLIAMO I CUORI E DIAMO SENSO ALLA NOSTRA VITA

Dio è in noi, possiamo sentire la sua presenza in tanti modi. Per poterci accorgere di Lui, ci ha donato i cinque sensi. Vista, udito, tatto, gusto e olfatto sono il punto di partenza per cogliere la bellezza che ogni giorno ci è offerta e per vivere le necessarie relazioni affinché la nostra vita sia vera e piena. Durante questo cammino quaresimale proveremo insieme a dare senso e gusto alla nostra vita, ad ascoltare con il cuore, a profumare di bontà e a guardare con gli occhi del Signore il quotidiano.

I DOMENICA DI QUARESIMA: DIAMO GUSTO ALLA VITA!

Nessun cibo, nessuna bevanda riesce a placare la nostra fame e la nostra sete interiore. Solo Dio colma la nostra fame più profonda, solo la tenerezza di Dio è capace di togliere un cuore di pietra e mettere al suo posto, uno di carne. Un cuore chiuso, un cuore testardo, un cuore di pietra non lascia entrare lo Spirito, si sente sufficiente a se stesso e non ci permette di gustare veramente il grande dono che è la nostra vita.

Impegno settimanale proposto: cogliere e “gustare” i momenti belli della giornata.

Messaggio del Santo Padre per la Quaresima

papa Francesco messaggio quaresima 2019

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE PER LA QUARESIMA 2019

«L’ardente aspettativa della creazione è protesa verso la rivelazione dei figli di Dio» (Rm 8,19)

Cari fratelli e sorelle,
ogni anno, mediante la Madre Chiesa, Dio «dona ai suoi fedeli di prepararsi con gioia, purificati nello spirito, alla celebrazione della Pasqua, perché […] attingano ai misteri della redenzione la pienezza della vita nuova in Cristo» (Prefazio di Quaresima 1). In questo modo possiamo camminare, di Pasqua in Pasqua, verso il compimento di quella salvezza che già abbiamo ricevuto grazie al mistero pasquale di Cristo: «nella speranza infatti siamo stati salvati» (Rm 8,24). Questo mistero di salvezza, già operante in noi durante la vita terrena, è un processo dinamico che include anche la storia e tutto il creato. San Paolo arriva a dire: «L’ardente aspettativa della creazione è protesa verso la rivelazione dei figli di Dio» (Rm 8,19). In tale prospettiva vorrei offrire qualche spunto di riflessione, che accompagni il nostro cammino di conversione nella prossima Quaresima.
“Se l’uomo vive da figlio di Dio, se vive da persona redenta, che si lascia guidare dallo Spirito Santo (cfr Rm 8,14) e sa riconoscere e mettere in pratica la legge di Dio, cominciando da quella inscritta nel suo cuore e nella natura, egli fa del bene anche al creato, cooperando alla sua redenzione. Per questo il creato – dice san Paolo – ha come un desiderio intensissimo che si manifestino i figli di Dio, che cioè quanti godono della grazia del mistero pasquale di Gesù ne vivano pienamente i frutti, destinati a raggiungere la loro compiuta maturazione nella redenzione dello stesso corpo umano.”
“Quando non viviamo da figli di Dio, mettiamo spesso in atto comportamenti distruttivi verso il prossimo e le altre creature – ma anche verso noi stessi – ritenendo, più o meno consapevolmente, di poterne fare uso a nostro piacimento. L’intemperanza prende allora il sopravvento, conducendo a uno stile di vita che vìola i limiti che la nostra condizione umana e la natura ci chiedono di rispettare, seguendo quei desideri incontrollati che nel libro della Sapienza vengono attribuiti agli empi, ovvero a coloro che non hanno Dio come punto di riferimento delle loro azioni, né una speranza per il futuro (cfr 2,1-11). Se non siamo protesi continuamente verso la Pasqua, verso l’orizzonte della Risurrezione, è chiaro che la logica del tutto e subito, dell’avere sempre di più finisce per imporsi.”
“Il creato ha la necessità impellente che si rivelino i figli di Dio, coloro che sono diventati nuova creazione. […] E il cammino verso la Pasqua ci chiama proprio a restaurare il nostro volto e il nostro cuore di cristiani, tramite il pentimento, la conversione e il perdono, per poter vivere tutta la ricchezza della grazia del mistero pasquale. Questa impazienza, questa attesa del creato troverà compimento quando si manifesteranno i figli di Dio, cioè quando i cristiani e tutti gli uomini entreranno decisamente in questo travaglio che è la conversione. […] La Quaresima è segno sacramentale di questa conversione. Essa chiama i cristiani a incarnare più intensamente e concretamente il mistero pasquale nella loro vita personale, familiare e sociale, in particolare attraverso il digiuno, la preghiera e l’elemosina.”

Dal Vaticano, 4 ottobre 2018 (Festa di San Francesco d’Assisi) FRANCESCO

Messaggio del Santo Padre per la Quaresima 2019

Incontro su Don Milani

don milani

MERCOLEDÌ 13 MARZO 2019 ORE 21.00

Presso l’Auditorium de IL PERTINI a Cinisello Balsamo

Don MILANI: LA PAROLA FA EGUALI (Mi interessa vs Me ne frego)

Tre donne raccontano la vita, gli affetti e il pensiero di Don Lorenzo Milani.

Volantino Don Milani

 

Incontro a Venegono con i candidati al sacerdozio

seminario Venegono Inferiore 2016

ASSOCIAZIONE AMICI DEL SEMINARIO
3 APRILE 2019

INCONTRO a VENEGONO con i CANDIDATI al SACERDOZIO

Per partecipare all’incontro con i candidati all’ordinazione sacerdotale, è stato organizzato il viaggio in pullman che partirà alle ore 13.00 dall’Acquedotto di Cinisello (via XXV Aprile angolo via Marisa Musu). Il rientro è previsto per le ore 19 circa. Il costo per il pullman è di 10 euro. Per iscrizioni contattare Renata Bariatti al n. 3477751335 entro il 25 marzo.

Incontro sulle storie dei Martiri di Algeria

martiri algeria

SABATO 16 MARZO 2019 ore 16.00

In occasione della pubblicazione del libro di T. Georgeon e C. Henning

“LA NOSTRA MORTE NON CI APPARTIENE”

Incontro sulle storie dei MARTIRI di ALGERIApresso Villa Ghirlanda Silva