Mese: dicembre, 2018

Regalo alla bimba da due carabinieri

Piazza Spada è il cuore della cittadina termale di Fiuggi e qui, il giorno di Natale, si sono ritrovati in tanti a passeggiare sotto un tiepido sole, compresi molti bambini intenti a giocare con i regali appena ricevuti, il tutto sotto gli occhi di due carabinieri di pattuglia a piedi. E proprio i due militari – il vice brigadiere Mauro Colavecchi e l’appuntato scelto Clemente Bernardo – hanno notato una bambina un po’ appartata, insieme alla madre, e le hanno chiesto quale regalo avesse ricevuto. «Niente – ha risposto la piccola – forse perché sono stata cattiva». La madre, una giovane donna di Fiuggi, ha preso in disparte i carabinieri e ha spiegato che in famiglia stanno attraversando grossi problemi economici e che non avevano potuto permettersi neppure un piccolo regalo per la figlia di 8 anni. I carabinieri hanno chiesto a due vigili urbani di intrattenere mamma e bambina, hanno raggiunto un vicino centro commerciale aperto e hanno acquistato una grossa bambola portando il dono alla piccola. I militari hanno poi raccontato di avere incontrato Babbo Natale, che non era potuto arrivare a casa della bimba per un incidente alla slitta, e che quel regalo lo mandava proprio a lei, «perché sei stata una bambina buonissima».

di Igor Traboni

Fonte:      Avvenire del 28 dicembre 2018                  (dalla rubrica “Dulcis in fundo”)

Pace a questa casa – Buon anno!

pace (1)

1° GENNAIO 2019

Inviando in missione i suoi discepoli, Gesù dice loro: «In qualunque casa entriate, prima dite: “Pace a questa casa!”. Se vi sarà un figlio della pace, la vostra pace scenderà su di lui, altrimenti ritornerà su di voi» (Lc 10,5-6).

Offrire la pace è al cuore della missione dei discepoli di Cristo. E questa offerta è rivolta a tutti coloro, uomini e donne, che sperano nella pace in mezzo ai drammi e alle violenze della storia umana. La “casa” di cui parla Gesù è ogni famiglia, ogni comunità, ogni Paese, ogni continente, nella loro singolarità e nella loro storia; è prima di tutto ogni persona, senza distinzioni né discriminazioni. È anche la nostra “casa comune”: il pianeta in cui Dio ci ha posto ad abitare e del quale siamo chiamati a prenderci cura con sollecitudine.

Sia questo dunque anche il mio augurio all’inizio del nuovo anno: “Pace a questa casa!”.

(dal messaggio di Papa Francesco per la 52a giornata per la Pace)

Invocando il dono della Pace di Gesù
don Emilio, don Luigi e don Justin, con il Consiglio pastorale parrocchiale
augurano a tutta la Comunità

BUON ANNO!

52a Giornata Mondiale per la Pace

pace

MARTEDÌ 1° GENNAIO 2019

52a Giornata Mondiale per la PACE

Celebriamo in questi giorni il settantesimo anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, adottata all’indomani del secondo conflitto mondiale. Ricordiamo in proposito l’osservazione del Papa San Giovanni XXIII: «Quando negli esseri umani affiora la coscienza dei loro diritti, in quella coscienza non può non sorgere l’avvertimento dei rispettivi doveri: nei soggetti che ne sono titolari, del dovere di far valere i diritti come esigenza ed espressione della loro dignità; e in tutti gli altri esseri umani, del dovere di riconoscere gli stessi diritti e di rispettarli».

La pace, in effetti, è frutto di un grande progetto politico che si fonda sulla responsabilità reciproca e sull’interdipendenza degli esseri umani. Ma è anche una sfida che chiede di essere accolta giorno dopo giorno. La pace è una conversione del cuore e dell’anima, ed è facile riconoscere tre dimensioni indissociabili di questa pace interiore e comunitaria:

  • la pace con sé stessi, rifiutando l’intransigenza, la collera e l’impazienza e, come consigliava San Francesco di Sales, esercitando “un po’ di dolcezza verso sé stessi”, per offrire “un po’ di dolcezza agli altri”;
  • la pace con l’altro: il familiare, l’amico, lo straniero, il povero, il sofferente…; osando l’incontro e ascoltando il messaggio che porta con sé;
  • la pace con il creato, riscoprendo la grandezza del dono di Dio e la parte di responsabilità che spetta a ciascuno di noi, come abitante del mondo, cittadino e attore dell’avvenire.

La politica della pace, che ben conosce le fragilità umane e se ne fa carico, può sempre attingere dallo spirito del Magnificat che Maria, Madre di Cristo Salvatore e Regina della Pace, canta a nome di tutti gli uomini: «Di generazione in generazione la sua misericordia per quelli che lo temono. Ha spiegato la potenza del suo braccio, ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore; ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili; […] ricordandosi della sua misericordia, come aveva detto ai nostri padri, per Abramo e la sua discendenza, per sempre» (Lc 1,50-55).

Dal messaggio di Papa Francesco – dato in Vaticano, l’ 8 dicembre 2018

Tra Noi – 01/01/2019 – Anno XXIII numero 1

  • Festa di Capodanno in oratorio
  • 52a Giornata Mondiale per la Pace
  • Tombolata dell’Epifania
  • Ripresa attività dopo le festività di Natale
  • Falò di S. Antonio
  • San Paolo e la corsa del Vangelo
  • “La Parola ci parla”-  quarto incontro
  • E altro ancora……leggi il notiziario completo

Festa di Capodanno in Oratorio

Capodanno

LUNEDÌ 31 DICEMBRE 2018 ALLE ORE 20.00 

Anche quest’anno appuntamento nel salone dell’oratorio per far festa tutti insieme!

Menù adulti
Primo: Lasagne, Secondo: reale di vitello alle erbe Contorno: patate e giardino di verdure Cotechino e lenticchie – Bibite acqua e vino – Panettone pandoro e spumante

Menù bambini
Primo: pasta al pomodoro Secondo: cotoletta e patatine fritte

Costo: 35.00 euro adulti, 25.00 euro ragazzi medie, 15.00 euro ragazzi elementari, 5.00 euro bambini scuola materna.
Iscrizioni: chiuse per tutto esaurito!

Olocausto…..ma non della Memoria

Shoa

Mercoledì 23 gennaio 2019 ore 21 – in Chiesa

Olocausto…..ma non della Memoria

Parole e musica della tragedia umana della Shoah, un infermo alla cui esistenza non si può credere

Vedi locandina

A cura della FILARMONICA PAGANELLI diretta dal Maestro DONATELLA AZZARELLI
Con il sostegno del Comune di Cinisello Balsamo
Regia di DANILO FARAVELLI

San Paolo e la corsa del Vangelo: Pellegrinaggio in Grecia

Grecia

PELLEGRINAGGIO IN GRECIA
dal 25 al 31 MARZO 2019

… ripercorrendo le strade dove Ellenismo e Cristianesimo si sono incontrati nella figura dell’Apostolo Paolo: la via Ignazia, che attraversando i Balcani toccava Eraclea, Edessa, Pella e quindi i centri interessati dalla predicazione di San Paolo, da Tessalonica a Neapoli.

Quota indicativa (per un minimo di 25 partecipanti) 1.100 euro, supplemento singola 240 euro.
Trasporto bus per Malpensa aeroporto e ingressi ai siti archeologici 85 euro.
Programma e tutti i dettagli del pellegrinaggio disponibili sui depliant al banco buona stampa

Depliant Grecia1
Depliant Grecia2
Depliant Grecia3

Santo Natale 2018

nascita di Gesu

S. NATALE 2018

Natale è la festa di Dio che si fa bambino …

Egli viene.
E con Lui viene la gioia.
Se lo vuoi, ti è vicino.
Anche se non lo vuoi, ti è vicino.
Ti parla anche se non parli.
Se non l’ami, egli ti ama ancor di più.
Se ti perdi, viene a cercarti.
Se non sai camminare, ti porta.
Se tu piangi, sei beato perché lui ti consola.
Se sei povero, hai assicurato il regno dei cieli.
Se hai fame e sete di giustizia, sei saziato.
Se perseguitato per causa di giustizia,
puoi rallegrarti ed esultare.
Così entra nel mondo la gioia,
attraverso un bambino che non ha niente.
La gioia è fatta di niente,
perché ogni uomo che viene al mondo
viene a mani vuote.
Cammina, lavora e soffre a mani vuote,
muore e va di là a mani vuote.

( don Primo Mazzolari )

Questa poesia-preghiera ci ricorda che ogni uomo nasce e muore a mani vuote, sta a lui decidere con cosa riempirle nella sua vita. Se di gioia, condivisione, amore o se invece di egoismo e indifferenza …

Buon Natale !

don Emilio, don Luigi e don Justin, con il Consiglio pastorale parrocchiale

Avvento 2018, domenica 23 dicembre: preghiera per vivere un avvento di carità

Avvento-231x139

Domenica 16 Dicembre 2018
6a DOMENICA DI AVVENTO

Signore sii benedetto per il SI di Maria; la sua carità, che diventa rivelazione e missione, sia di esempio e di aiuto nelle nostre relazioni con tutte le persone e ogni nostro gesto manifesti sempre il tuo amore.

Ultimo appuntamento con la preghiera per l’Avvento proposta dalla Caritas cittadina che, oltre a essere letta durante le celebrazioni eucaristiche, potrà diventare impegno settimanale di vita. Come gesto concreto di carità quest’anno ci impegniamo come comunità a sostenere con le nostre offerte le Missioni Francescane operanti in Siria a favore dei bambini di Aleppo.

Tra Noi – 23/12/2018 – Anno XXII numero 47

  • Chiusura per le festività di Natale
  • Veglia in attesa del Natale
  • Festa di Capodanno in oratorio
  • Tombolata dell’Epifania
  • Falò di S. Antonio
  • San Paolo e la corsa del Vangelo
  • “La Parola ci parla”-  quarto incontro
  • E altro ancora……leggi il notiziario completo