Mese: aprile, 2017

Editoriale diocesano settimana dal 30 aprile al 6 maggio

Duomo Milano

Riprendiamo con questa settimana l’invio periodico degli editoriali diocesani.

Giornata Mondiale di preghiera per le vocazioni: “Sospinti dallo Spirito per la missione”

Domenica 7 maggio celebriamo la 54ma Giornata Mondiale di preghiera per le vocazioni. E’ stato il beato Paolo VI nel 1964 a volere questo appuntamento annuale per tutta la Chiesa. Papa Montini aveva intuito bene, di fronte ai nuovi orizzonti della evangelizzazione e ai processi di secolarizzazione, la necessità di risvegliare nel popolo di Dio l’importanza di pregare per il dono delle vocazioni, in particolare al sacerdozio e alla vita consacrata. Siamo indubbiamente in un tempo segnato da individualismo e indifferenza che non favorisce percorsi vocazionali. Occorre anche qui, come ci ricorda l’Arcivescovo Angelo, che la fede generi una nuova mentalità, educando a sentire la vita stessa come vocazione, come dono e compito. Papa Francesco per la Giornata mondiale di quest’anno ha scritto un messaggio intitolato “Sospinti dallo Spirito per la missione”; ci mette così di fronte alla dimensione missionaria della chiamata cristiana. La vita si realizza non se la tratteniamo, chiudendoci in noi stessi, ma se la mettiamo al servizio del Vangelo e dell’amore.
Da questo messaggio di papa Francesco la Chiesa italiana ha proposto per la giornata mondiale di quest’anno il tema: “Vocazioni e santità: io sono una missione”. Ecco il contenuto per questa giornata! Pregare perché ciascuno scopra la vita come vocazione alla santità, alla pienezza dell’amore in Cristo (LG 42); pregare perché, soprattutto i giovani, scoprano la bellezza di una vita presa totalmente a servizio del regno di Dio. In effetti, la giornata mondiale di quest’anno acquista un’importanza speciale per i giovani. Papa Francesco ha deciso di dedicare la prossima Assemblea del Sinodo dei Vescovi ai giovani (2018), al loro rapporto con la fede e il discernimento vocazionale. E’ decisivo, infatti, riscoprire la bellezza di una fede viva, capace di intercettare i desideri più profondi del cuore, rendendo possibile l’avventura di lasciarsi “mandare” da Gesù in tutti gli ambiti della vita quotidiana, ad essere testimoni profetici della vita buona del Vangelo.

                                                                                            + Paolo Martinelli
Vescovo e Vicario episcopale per la Vita Consacrata Maschile, Istituti secolari, nuove forme di vita consacrata maschili e femminili.

Tra Noi –30/04/2017 – Anno XXI numero 18

  • Incontri di calcio per il torneo Scirea Day
  • Processione mariana decanale partendo dalla chiesa di S. Ambrogio per arrivare alla chiesa di S. Eusebio.
  • Incontro formativo genitori alla Scuola dell’Infanzia.
  • Riunione del Consiglio Pastorale Decanale
  • Prove e rinnovo delle promesse battesimali per i ragazzi della 1a comunione
  • Confessioni per i ragazzi della 1a comunione e genitori
  • Prime Comunioni
  • E altro ancora……leggi il notiziario completo

Celebrazioni nei ricoveri e strutture ospedaliere Maggio 2017

Fatima

Insieme attorno a Maria, nostra Madre

Celebrazioni maggio 2017

Resoconto iniziative periodo pasquale

grazie 2

RESOCONTO INIZIATIVE PERIODO PASQUALE

Con la vendita benefica di uova pasquali organizzata domenica 2 aprile a sostegno delle attività dell’OFTAL sono stati raccolti 984,00 euro.
Le offerte raccolte per l’ulivo distribuito la Domenica delle Palme hanno raggiunto la somma di quasi 2.800 euro.
Al grazie per la generosità dimostrata dalla comunità per quanto raccolto, nonché per la disponibilità e per il lavoro svolto dai volontari che si sono prodigati per queste due iniziative, riteniamo più che doveroso unire un grazie ancora più sentito e profondo a tutta la comunità per la grande partecipazione dimostrata nella preghiera e nella frequenza alle funzioni liturgiche della Settimana Santa.

GRAZIE GRAZIE GRAZIE !!!

Giochiamo in memoria di Gaetano Scirea

Gaetano_Scirea

DOMENICA 30 APRILE 2017 – SCIREA DAY

Giochiamo in memoria di Gaetano Scirea

Il Gruppo Sportivo Serenissima S. Pio X organizza il tradizionale torneo di calcio in memoria di Gaetano Scirea. Questo è il programma della manifestazione:

  • Ore 10.45 inizio incontri tra squadre della categoria Pulcini
    REAL MEDA femminile – MILAN femminile
    SERENISSIMA maschile – PRO SESTO maschile
  • Ore 14.00 inizio incontri tra squadre maschili della categoria Pulcini (anno 2008)
    JUVENTUS – ATALANTA
    MILAN – INTER
    CHIASSO – SERENISSIMA

Tra Noi –23/04/2017 – Anno XXI numero 17

  • Pomeriggio di preghiera e testimonianze a Venegono
  • Veglia diocesana per il lavoro
  • Don Battista Testa
  • Scirea Day
  • Preghiera del S. Rosario – maggio 2017
  • Laboratorio creativo
  • Programma Prime Comunioni
  • La Parola ci parla
  • Incontro ecumenico – M. Lutero e la riforma
  • Pellegrinaggio a Lourdes
  • E altro ancora……leggi il notiziario completo

Vedete sono uno di Voi

Sono uno di voi

In programmazione presso il Cinema Pax – Via Fiume, 4
Cinisello Balsamo

24.4.2017 ore 21.15
25.4.2017 ore 20.30

Olmi riporta Martini a San Vittore e «dissolve» le mura del carcere –  Corriere della Sera 13 aprile 2017

E’ la storia personale di un protagonista di questo nostro tempo. Accompagnati dalle sue parole, intessute da memorie visive, gli Autori ripercorrono accadimenti e atti dell’uomo Carlo Maria Martini per conoscere come questo importante rappresentante della Chiesa cattolica ha speso i giorni della sua vita rigorosamente fedele alla sua vocazione e ai suoi ideali.

Disegno con la sabbia

disegno sulla sabbia

Alcune persone hanno chiesto come poter rivedere il filmato proiettato al termine della Rappresentazione Sacra, venerdì 14 aprile 2017.

Ecco il collegamento:  Disegno con la sabbia

Rugby di Pasqua: meta «regalata» al compagno

Si ferma a pochi passi dalla meta per far realizzare un sogno a un compagno di gioco. E così una partita di rugby tra le squadre Under14 dell’Urbino e del Fano si trasforma in una piccola lezione di vita. Protagonista è Giacomo Ronconi, classe 2003. È considerato tra i ‘vecchi’ della sua squadra. A 10 minuti dalla fine della partita s’invola verso i pali avversari saltando tutti gli ostacoli verso la sua terza meta. Giunto a un passo dalla segnatura si arresta tra l’incredulità generale e, con l’ovale ben saldo tra le braccia, si volta cercando con lo sguardo Gianluca Tortora, chiamandolo poi a gran voce. Si tratta del rugbista più piccolo del gruppo, ha iniziato a giocare da pochi mesi e mai prima d’ora è riuscito a segnare. «Tieni, fai meta tu!». Per Gianluca si realizza un sogno: è la sua prima realizzazione ufficiale, un ‘momento di gloria’ che fa scattare in piedi tutta la panchina. «Siamo orgogliosi di lui – dicono oggi gli allenatori – perché questo gesto vale più di tante vittorie». E nel suo messaggio per la Pasqua l’assistente del Csi di Fano, don Steven Carboni, mette l’accento proprio su questo insegnamento semplice che arriva dai bambini. «Storie come questa – spiega – hanno un gusto dal sapore pasquale perché parlano di un sacrificio non fine a se stesso; perché raccontano che è bello e possibile correre e spendersi per dare gioia a tutti gli altri; perché sanno di umiltà, capace di mettere al centro qualcuno che non ha bisogno di mettere al centro se stesso».

di Roberto Mazzoli

Fonte: Avvenire del 16 aprile 2017        (dalla rubrica “Dulcis in fundo”)

Maria, donna del Sabato Santo

maria donna del sabato santo

MARIA, DONNA DEL SABATO SANTO

Santa Maria, donna del Sabato santo, estuario dolcissimo nel quale almeno per un giorno si è raccolta la fede di tutta la Chiesa, tu sei l’ultimo punto di contatto col cielo che ha preservato la terra dal tragico blackout della grazia. Guidaci per mano alle soglie della luce, di cui la Pasqua è la sorgente suprema.

Stabilizza nel nostro spirito la dolcezza fugace delle memorie, perché nei frammenti del passato possiamo ritrovare la parte migliore di noi stessi. E ridestaci nel cuore, attraverso i segnali del futuro, una intensa nostalgia di rinnovamento, che si traduca in fiducioso impegno a camminare nella storia.

Santa Maria, donna del Sabato santo, aiutaci a capire che, in fondo, tutta la vita, sospesa com’ è tra le brume del venerdì e le attese della domenica di Risurrezione, si rassomiglia tanto a quel giorno. È il giorno della speranza, in cui si fa il bucato dei lini intrisi di lacrime e di sangue, e li si asciuga al sole di primavera perché diventino tovaglie di altare.

Ripetici, insomma, che non c’è croce che non abbia le sue deposizioni. Non c’è amarezza umana che non si stemperi in sorriso. Non c’è peccato che non trovi redenzione. Non c’è sepolcro la cui pietra non sia provvisoria sulla sua imboccatura. Anche le gramaglie più nere trascolorano negli abiti della gioia. Le rapsodie più tragiche accennano ai primi passi di danza. E gli ultimi accordi delle cantilene funebri contengono già i motivi festosi dell’alleluia pasquale.

Santa Maria, donna del Sabato santo, raccontaci come, sul crepuscolo di quel giorno, ti sei preparata all’incontro col tuo figlio Risorto. Quale tunica hai indossato sulle spalle? Quali sandali hai messo ai piedi per correre più veloce sull’erba? Come ti sei annodata sul capo i lunghi capelli di nazarena? Quali parole d’amore ti andavi ripassando segretamente, per dirgliele tutto d’un fiato non appena ti fosse apparso dinanzi?

Madre dolcissima, prepara anche noi all’appuntamento con lui. Destaci l’impazienza del suo domenicale ritorno. Adornaci di vesti nuziali. Per ingannare il tempo, mettiti accanto a noi e facciamo le prove dei canti. Perché qui le ore non passano mai.

(don Tonino Bello, vescovo – Maria, donna dei nostri giorni)

BUONA PASQUA!
da don Emilio, don Luigi, don Andrea e don Justin